10 dicembre 2018 - 23:30
Home / Poesie / POESIE: Abbiamo tempo / Equilibrio

POESIE: Abbiamo tempo / Equilibrio

Abbiamo tempo 

 

 Tra le ossa rotte  

E la pelle in fiamme  

Le speranze che ci tolgono il sonno  

E le paure che ci consumano la mente  

Questa è per te  

Che condividi i miei sogni  

Quando il mio meglio  

Non è abbastanza 

 

Cadiamo dalle altalene  

E sbucciamoci le ginocchia  

Laviamoci i denti con la punta delle dita 

Perché siamo di fretta  

E ci siamo dimenticati di noi stessi  

 

Invecchieremo 

Ma non cresceremo mai  

E non cambieremo una riga 

Della canzone che stiamo scrivendo  

Stiamo perdendo tempo  

 

Ma abbiamo appena iniziato a vivere  

E dobbiamo credere  

Di poter cambiare il mondo  

Con la nostra mente confusa  

E l’anima magra  

Abbiamo tempo  

 

E rideremo per tutte le volte che  

Hanno provato  

A calpestare i nostri sogni 

E balleremo per tutte le volte  

Che siamo stati ultimi  

E meno importanti  

Giuro che andrà tutto bene 

Abbiamo tempo  

 

Giochiamo a nascondino  

E inciampiamo sui nostri stessi piedi  

Corriamo più veloce che possiamo  

Perché non riusciamo a trovare  

Un posto in cui nasconderci  

Siamo noi stessi e basta  

 

Parliamo con gli sconosciuti  

E concediamo loro un sorriso  

Con le labbra piene di gelato  

E lo stomaco che fa male  

Per tutte le risate che abbiamo condiviso 

 

 Ti darò l’infanzia  

Che ti è stata rubata  

Sarò l’amico immaginario 

Che hai dimenticato di avere  

Ti darò il mio cuore  

Quando il tuo si spezzerà  

Sarò la tua casa  

Quando non avrai un posto in cui andare  

 

Perché ci siamo ubriacati 

Per la prima volta  

Insieme  

Siamo i perfezionisti  

Che inciampano  

Fuori dagli schemi  

Insieme  

Siamo i ribelli  

Che hanno paura  

Di fare del male  

Insieme  

Invecchieremo 

Ma non cresceremo   

Insieme  

 

Abbiamo tempo. 

 

A cura di Chiara Lai

_______________________________________________________

Equilibrio 

 

La differenza bilancia l’universo; 

al margine tra prima e dopo 

un maestro 

d’amore 

affina lo sguardo su un grammo di materia: 

polvere per l’ultimo del volgo, 

etere per l’occhio 

borghese. 

 

Mai sia l’uguaglianza: la partita tra diversi crea 

distrazione 

come tra dama e pedone, il quale 

con fare da 

pavone 

fa corte e cortesia: 

tra Vergine e Scorpione 

c’è equilibrio nell’universo. 

 

A cura di Ginseng

gabriella paterno

gabriella paterno

Leggi altro

Overlord and Myths of the French Resistance

This article commemorates the 74th anniversary of D-Day and is dedicated to remembering all those ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *