15 Novembre 2019 - 9:38
Home / Mondo Luiss / Intervista ad Alessandro D’Amelio: Candidato al CDD di Giurisprudenza

Intervista ad Alessandro D’Amelio: Candidato al CDD di Giurisprudenza

Martedì 9 e mercoledì 10 aprile 2019, presso le sedi Luiss di Viale Romania e Via Parenzo si terranno le elezioni dei rappresentati degli studenti nel Consiglio di Amministrazione dell’Università, nei consigli dei dipartimenti e per lo Sport Universitario.

Abbiamo incontrato Alessandro D’amelio, candidato al CDD di Giurisprudenza, per farle alcune domande.

Chi è Alessandro?

Mi chiamo Alessandro D’Amelio, ho ventidue anni e sono iscritto al quinto anno del corso di laurea in giurisprudenza (profilo “economico”). Sono un ragazzo intraprendente, deciso e curioso, che si cimenta a capofitto in esperienze nuove e stimolanti. Amo viaggiare e scoprire nuovi posti: ho studiato in Canada e negli Stati Uniti ma ho avuto la possibilità di visitare molti altri paesi. 

Come nasce la candidatura a CDD?

Sono l’attuale rappresentante degli studenti del dipartimento di giurisprudenza e intendo ricandidarmi per portare avanti i progetti che sono già stati avviati dalla LUISS su impulso di noi rappresentanti. Molto è stato fatto in questi ultimi due anni ma non dobbiamo adagiarci sugli allori: c’è ancora tanto da fare. 

Quali sono le linee guida del programma? Con chi è stato realizzato?

Faccio parte della lista All-In e abbiamo congiuntamente elaborato il nostro programma. Sono idee semplici ma efficaci e facilmente realizzabili. Non intendiamo promettere qualcosa che non possiamo mantenere o che è impossibile realizzare. Il programma si basa su internazionalizzazione, riorganizzazione degli spazi/aule studio e maggiore fruibilità da parte di tutti gli studenti delle opportunità offerte dalla nostra università.

Quali sono i primi interventi pratici, qualora dovessi diventare rappresentante?

Noi rappresentanti abbiamo collaborato nel corso degli ultimi due anni con l’ufficio Asset Management della LUISS e con i vertici di ateneo e del dipartimento. E’ stata compiuta la ristrutturazione della sede di Viale Pola l’anno scorso. Questa ristrutturazione interesserà anche la sede di Via Parenzo. Intendo seguire accuratamente i suddetti lavori affinché si creino nuovi spazi a disposizione degli studenti e nuove aule studio. 

Perché gli studenti dovrebbero votarla?

Gli studenti dovrebbero votarmi perché mi reputo un ragazzo in gamba e con tanta voglia di fare. Insieme agli altri rappresentanti, ho costruito tanto in questi ultimi due anni per il mio dipartimento (per esempio: nuovi progetti legati all’internazionalizzazione, maggiori opportunità di double degree, ristrutturazione delle sedi, maggiori insegnamenti in lingua inglese) e ho l’intenzione di continuare su questa strada. 

Quale avversario teme di più?

Non temo avversari. Credo che all’interno della nostra università il clima elettorale sia esageratamente incandescente e che molti studenti dimentichino l’educazione e si facciano sfuggire dei commenti poco eleganti. Alcuni fanno addirittura promesse che non potranno essere mantenute. Io cammino a testa alta e continuo diritto per la mia strada.

C’è un sogno che vorrebbe realizzare?

Il sogno è quello di veder crescere sempre di più il mio dipartimento nel contesto europeo e internazionale. C’è ancora molto da fare ma sono già stati fatti molti passi avanti.

Redazione

Redazione

Leggi altro

La voce di Elena per “Mondo Luiss”

Steve Jobs una volta aveva detto “coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *