18 Luglio 2019 - 4:04
Home / Diritto ed Economia / Il “Basta! Voglio il divorzio” in poche e semplici mosse

Il “Basta! Voglio il divorzio” in poche e semplici mosse

“Lo studio è come la luce che illumina la tenebra dell’ignoranza, e la conoscenza che ne risulta è il supremo possesso, perché non potrà esserci tolto neanche dal più abile dei ladri. Lo studio è l’arma che elimina quel nemico che è l’ignoranza. È anche il miglior amico che ci guida attraverso tutti i nostri momenti difficili.” (Dalai Lama)  

L’essere consapevoli dell’importanza della conoscenza è un’arma inarrestabile in grado di farci affrontare a testa alta qualsiasi situazione e difficoltà che nella vita ci si presenterà.  

La nuova rubrica di “diritto ed economia” nasce infatti da quella spinta irrefrenabile che ogni singolo redattore di Globe Trotter possiede verso  il voler conoscere la realtà dei fatti dagli occhi di chi, più di noi, possiede  esperienza e conoscenza. E’ dagli occhi di ogni singolo docente che noi vogliamo interpretare e farci un ‘idea della realtà per poterla assaporare fino in fondo. Il conoscere la scienza giuridica ed economica è sicuramente uno dei mezzi migliori per poter vivere nella giusta ottica le vicende che molto spesso ci vengono rivelate in modo erroneo e “guidato”. Tali scienze ci aiuteranno a comprendere come la vita si realizza nella società e come noi, oggi da studenti e domani da adulti integrati nel mondo del lavoro, possiamo apportare tutto quel di cui necessita la nostra esistenza.  

Come caporedattore della neonata rubrica, vorrei proporre ad ogni singolo collega la maestosità della conoscenza di nuovi orizzonti culturali e sociali, cosicché ognuno di noi non dovrà mai trovarsi nella spiacevole situazione di esser privo di armi; e ad ogni docente vorrei porgere un sincero ringraziamento per aver prestato sempre la propria disponibilità nel realizzare quel che per noi risulta essere un vero e proprio sogno: la vera conoscenza. 

Sciogliere il sacro vincolo matrimoniale, contratto davanti allo Stato, ai testimoni, al sindaco e a tanti parenti desiderosi di sentir pronunciare ai propri figli e nipoti il fatidico “Sì, lo voglio”, per il legislatore è diventato più celere e meno articolato.

La recentissima Legge n.55 del 6 maggio 2015 infatti, andando a rinunciare quasi del tutto allo “spatium deliberandi”, periodo entro il quale si è ancora in tempo per un ripensamento sulla drastica decisione, va a colpire i tre lunghi anni di separazione, prima necessari per l’eventuale richiesta di divorzio. Vediamo così trasformarsi in dodici i vecchi e lunghi trentasei mesi; il termine  andrà poi a decorrere dalla comparsa dei coniugi di fronte al presidente del tribunale nella procedura di separazione personale.

Ipotesi leggermente differente, la si riscontra nel divorzio consensuale; in tal caso infatti, si riduce a sei mesi la durata del periodo di separazione ininterrotta dei coniugi che permette la proposizione della domanda di divorzio. I sei mesi decorreranno dalla data certificata nell’accordo di separazione, raggiunto a seguito della negoziazione assistita da avvocati, o dalla data dell’atto contenente l’accordo di separazione concluso innanzi all’ufficiale dello stato civile.

Un’altra novità apportata dalla norma riguarda la separazione della comunione legale; mentre in precedenza, per lo scioglimento di essa era necessario il passaggio in giudicato della sentenza di separazione giudiziale, ad oggi è sufficiente l’autorizzazione per i coniugi a vivere separati,  da parte del presidente del tribunale.

Dalle disposizioni sopraccitate possiamo agevolmente comprendere come l’indissolubilità del matrimonio sia, nel tempo, andata affievolendosi sempre di più. Il legislatore infatti, tenendo a mente il proprio dovere di regolamentare la società, ha in cuor suo rinunciato a quella sacralità così altisonante che in passato, rendeva l’intromissione della legge un fatto che sicuramente non lasciava spazio a grossi sentimentalismi. Egli si è quindi conformato ad esigenze sociali sempre più comuni ed egli, come Garibaldi rispose al generale La Marmora nella sua inarrestabile avanzata verso Trento contro gli Austriaci, dice oggi alla società “Obbedisco”.

 

 

Redazione

Redazione

Leggi altro

Lettera di una persona ansiosa a Luigi di Maio e Matteo Salvini

Cari Luigi e Matteo, sono Maurizio e sono una persona ansiosa. Ho l’ansia da quando ...

2 commenti

  1. Saluti a tutti.

      Sono qui per condividere una breve testimonianza al mondo su come il dottor Okosu mi aiuti a riavere mia moglie. Ho amato molto mia moglie
     ma lei ha dato per scontato il mio amore e ha deciso di andarsene. è andata a divorziare. Sconosciuto per me che stava vedendo un altro
    l’uomo già Ma poi ho scoperto e non è stato davvero facile per me. Era troppo tardi perché lei se n’è già andata. Ho provato molti mezzi per riaverla ma inutilmente. Fino a quando ho incontrato Dr Okosu su internet ho visto diverse testimonianze su come ha aiutato diverse persone con i loro problemi. Quindi ho deciso di contattarlo. Sono felice che oggi sia riuscito a riavere mia moglie e il mio matrimonio sia felice ora che mia moglie ora mi ama di più e svolge il suo dovere come dovrebbe essere una buona moglie.

        Questa è una delle mie promesse a te, Sir Okosu, in quanto ho promesso di condividere al mondo le tue buone opere. Puoi anche contattarlo per qualsiasi tipo di aiuto. Aiuto coniugale, aiuto nella relazione, vincere una lotteria, problemi di salute. Ecco la sua email:

    drokosu01@gmail.com

    Per favore aiuta a condividere questa testimonianza in quanto può essere utile alle persone intorno a te .. Grazie e Dio benedica mentre condividi.

  2. Salutations à tous.

      Je suis ici pour partager un bref témoignage au monde sur la façon dont le Dr Okosu m’aide à récupérer ma femme. J’ai beaucoup aimé ma femme
     mais elle a pris mon amour pour acquis et a décidé de partir. elle est allée divorcer. Inconnu pour moi qu’elle voyait un autre
    homme déjà. Mais ensuite j’ai découvert et ce n’était pas vraiment facile pour moi. Il était trop tard car elle est déjà partie. J’ai essayé beaucoup de moyens pour la récupérer mais en vain. Avant de rencontrer le Dr Okosu sur Internet, j’ai vu différents témoignages sur la manière dont il a aidé différentes personnes à résoudre leurs problèmes. J’ai donc décidé de le contacter. Je suis heureux aujourd’hui qu’il ait pu récupérer ma femme et que mon mariage est heureux maintenant que ma femme m’aime davantage et accomplit son devoir de bonne femme.

        C’est l’une de mes promesses à vous, monsieur Okosu, comme j’ai promis de faire connaître au monde vos bonnes œuvres. Vous pouvez également le contacter pour toute aide. Aide conjugale, aide relationnelle, gagner à la loterie, problèmes de santé. Voici son email:

    drokosu01@gmail.com

    S’il vous plaît, aidez à partager ce témoignage car il peut être utile aux gens qui vous entourent. Merci et que Dieu vous bénisse pendant que vous partagez.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *